BARLUCCHI Andrea - Mille passi verso Dio.

Année de parution: 2009
Langue: Italien Italiano Italian it

(ITA. Sesto Fiorentino, Olimpia. 2009) : " Viaggio lungo le strade della fede nel Medioevo dalla Toscana a Santiago di Compostela".

Mis à jour le mardi 29 mars 2011
Répondre à cet article
  • Mars 2011
    14:55
    BARLUCCHI Andrea - Mille passi verso Dio.
    par Bernard Delhomme

    Nei periodi storici caratterizzati dall’incertezza e dal timore per il futuro, gli uomini sono soliti guardarsi indietro, verso un passato ritenuto migliore e più rassicurante. In questo gioco della nostalgia, per la sua capacità di suscitare emozioni e sentimenti intensi, il Medioevo occupa un posto di preminenza. Fra le molte, sognanti immagini che il pensiero dell’Età di Mezzo può evocare, trova posto anche quella del pellegrino in marcia alla volta dei santuari più famosi della cristianità, in mano il bastone per sostenersi, la bisaccia a tracolla, in testa il cappello a larghe tese per proteggersi dalle intemperie. È alla forza di questo mito che dobbiamo il successo attuale del Cammino di Santiago, che vede centinaia di migliaia di persone dai cinque continenti convergere ogni anno in Galizia ? Nato da un culto locale, a partire dal IX secolo il pellegrinaggio a Compostela si impone all’attenzione dell’Europa cristiana con una forza di convinzione stupefacente, che non cessa di suscitare interrogativi fra gli studiosi. Mille passi verso Dio ripercorre le tappe di questa affermazione nella coscienza collettiva, ricostruendo la realtà materiale e l’universo ideologico di un fenomeno tra i più straordinari e complessi della nostra storia.

    Andrea Barlucchi (Siena, 1959) insegna Storia medievale all’Università di Siena, sede di Arezzo. Le sue ricerche hanno per oggetto la realtà socio-economica toscana di età tardomedievale, con particolare attenzione al mondo rurale. Oltre a numerosi saggi e articoli anche di carattere divulgativo, ha pubblicato i volumi Il contado senese all’epoca dei Nove (1997) e La Mercanzia ad Arezzo nel primo Trecento (2008). Vive a Firenze